Come ottimizzare un sito web per i motori di ricerca

Ottimizzare un sito web significa seguire delle regole ben precise, per fare in modo che le tue pagine risultino fra le prime posizioni dei risultati forniti dai motori di ricerca. Credi che tutto ciò sia impossibile? Non è affatto così, perché puoi riuscire a conseguire buoni risultati, se segui le regole della SEO, la search engine optimization. Quest’ultima consiste nel mettere in atto diverse tattiche, che danno la possibilità di incrementare il ranking di un sito. Le regole sono volte a fare in modo che un sito sia ben visto agli occhi degli algoritmi dei motori di ricerca. Per fare un lavoro di tutto rispetto, è importante rivolgersi a dei professionisti del web, a coloro che sanno eseguire e mettere in pratica le regole della SEO. Ma quali sono le regole da seguire? Vogliamo darti qualche indicazione a questo proposito.

La funzione dei link in entrata

Ribadiamo ancora una volta come sia importante, per ottimizzare un sito web, rivolgersi ad un professionista del web. Con un esempio di preventivo su jfactor hai la possibilità di scoprire quale sia il budget che devi avere a disposizione per riuscire ad ottimizzare il tuo sito nel migliore dei modi.

E quando parliamo di ottimizzazione web non possiamo non fare riferimento ai link in entrata. Questi sono molto importanti, per dare autorevolezza ad un sito. È come se il tuo datore di lavoro parlasse bene di te. In pratica è la stessa cosa con i motori di ricerca: se gli altri siti linkano le tue pagine web non stanno facendo altro che parlare bene di te, della tua azienda o dei tuoi articoli.

Tutto ciò testimonia che il tuo sito è di qualità, perché è come se avesse delle referenze importanti. Quindi la tecnica di backlink per la SEO è davvero fondamentale, anche se a questo proposito bisogna dire che il tutto deve essere fatto in maniera ideale, facendo in modo che i link al tuo sito arrivino in maniera del tutto naturale.

Se non segui questa regola, potresti incorrere in delle penalizzazioni agli occhi di Google con dei link che potrebbero essere definiti dannosi.

La user experience per i visitatori

Un’ottimizzazione che si rispetti deve necessariamente tenere conto della cosiddetta user experience. Si tratta dell’esperienza di navigazione che l’utente della rete vive nel momento in cui entra nel tuo sito.

I motori di ricerca tengono in forte considerazione il grado di soddisfazione degli utenti. Un sito che riesce a garantire questa soddisfazione sicuramente ha tutte le carte in regola per garantirsi il miglior posizionamento.

La velocità di caricamento

Un altro elemento fondamentale che devi tenere presente per quanto riguarda l’ottimizzazione del tuo sito web riguarda la velocità del caricamento delle pagine. Ormai siamo in un’epoca in cui le innovazioni tecnologiche del 4G e addirittura del 5G permettono di influire sulla velocità di caricamento di un sito.

In fin dei conti anche questo elemento rientra nell’opportunità di offrire agli utenti una buona esperienza di navigazione.

Puoi agire veramente facendo tanto da questo punto di vista. Per esempio puoi ridurre le dimensioni delle immagini, minimizzare il numero di redirect o comprimere le pagine del tuo sito in formato gzip. Gli utenti di internet sono spesso frettolosi e sono pronti ad abbandonare una pagina web quando questa impiega molto tempo a caricarsi.

Invece, attivando tutte le strategie giuste, puoi aumentare la permanenza media del tuo visitatore, aumentando l’autorevolezza delle tue pagine agli occhi dei motori di ricerca.

Tutto questo porta sicuramente ad acquisire più possibilità di posizionarsi fra i primi risultati restituiti da Google nel momento in cui gli utenti effettuano una ricerca in rete per trovare le informazioni che interessano loro.