4 trigger psicologici utilizzati nel negozio che l’e-commerce può utilizzare per aumentare l’urgenza e incrementare le vendite

Non c’è dubbio che l’e-commerce sia diventato di gran moda. Da Amazon,  il leader mondiale in termini di vendite e-commerce a piccoli imprenditori che creano negozi tramite i social media, l’e-commerce si sta muovendo e sconvolgendo il settore della vendita al dettaglio.

Ma nonostante gli esperti prevedano la fine dei negozi di mattoni e malta, le strade offline per lo shopping hanno continuato a sopravvivere – alcuni sono addirittura prosperi – e c’è un motivo per cui. Aiuta il fatto che i negozi di mattoni e malta sono in grado di capitalizzare sulle stesse strategie di marketing che stanno alimentando i negozi di e-commerce. Con l’aiuto delle agenzie di marketing, gli esperti studiano e creano infografiche di marketing  che siano in linea con le esigenze del cliente.

C’è qualcosa nella sensazione di trovarsi all’interno di un negozio vicino a persone alla ricerca di prodotti simili a te, di avere dipendenti del negozio dietro ogni angolo in attesa di aiutarti e di essere in grado di toccare un prodotto e verificarne la qualità e l’utilità. Questi sono tutti aspetti dell’esperienza di acquisto in negozio che hanno aiutato i negozi di mattoni e malta a prosperare.

Ma per i clienti, dal punto di vista emotivo, si tratta in realtà più dell’aspetto personale che li fa desiderare di andare in negozio, e questo è qualcosa che può essere adattato per le piattaforme di e-commerce. Ho trovato i seguenti quattro fattori psicologici che le piattaforme di e-commerce dovrebbero adottare per aumentare l’urgenza dei clienti e guidare le vendite

-Utilizza il tocco personale

-Incoraggiare la lealtà

-Incentivare i clienti

-Capitalizzare su FOMO

Il marketing consiste nell’attingere alle motivazioni comportamentali del consumatore finale e, armati di questi fattori scatenanti, i marchi di e-commerce dovrebbero essere in grado di raggiungere i propri clienti in modo che i marchi nei negozi si siano perfezionati nel corso delle generazioni.

  1. Utilizzare il tocco personale

Indubbiamente, l’inconveniente maggiore per i marchi di e-commerce è quanto siano scollegati dai loro clienti. Senza un luogo fisico in cui i marchi di e-commerce possano incontrare i loro clienti, c’è un abisso comunicativo che ha il pericolo di allontanare un cliente.

Il bello delle marche in-store è che se un cliente ha una domanda, di solito può trovare qualcuno che si rivolga immediatamente. Le piattaforme di e-commerce dovrebbero essere alla ricerca di chatbot o fornitori di servizi clienti online per dare ai loro clienti un’assistenza rapida, in modo che sentano immediatamente che le loro esigenze vengono soddisfatte.

Ma il tocco personale va oltre il servizio clienti. Ha anche a che fare con la personalizzazione. Le marche in-store hanno dei collaboratori che si rivolgono immediatamente a un cliente che entra dalla porta, li salutano e chiedono come possono aiutarlo a trovare ciò che sta cercando. Un buon impiegato saprà anche come aiutare un compratore che non sa quello che vuole, o suggerirà alternative se si tratta di qualcosa al di sopra della sua fascia di prezzo.

Ricordo chiaramente un’epoca in cui stavo guardando una collana che volevo comprare, ma era troppo costosa. Il dipendente del negozio mi ha indicato un portachiavi che era esattamente lo stesso design, ma un terzo del prezzo della collana. L’ho comprato immediatamente e sono tornato più tardi per saperne di più. Il dipendente del negozio ha capito di cosa avevo bisogno e ha fatto la vendita secondo le mie esigenze, assicurando così la ripetizione delle vendite.

Personalizzare l’esperienza di acquisto quando un cliente visita il proprio sito web è qualcosa su cui le piattaforme di e-commerce devono concentrarsi. Ci sono un certo numero di siti che personalizzano l’esperienza dei visitatori, adattando anche le loro landing page in base alle esigenze personali dei loro clienti. Venngage è uno strumento di progettazione grafica online che produce modelli infografici personalizzati di marca (o altri modelli, a seconda di ciò che si desidera creare) al momento dell’iscrizione. Questo dà ai clienti un’esperienza unica nel suo genere che li fa sentire come se la piattaforma di e-commerce li capisce e si occupa di loro.

  1. Incoraggiare la lealtà

Come tutti i venditori sanno, la fedeltà dei clienti è la chiave per far crescere un’azienda. Ci sono  tanti clienti esordienti la tua azienda , ma se riesci ad ottenere la ripetizione degli affari dai tuoi clienti, è proprio qui che si trovano le tue opportunità di crescita.

La fedeltà dei clienti è spesso legata a programmi di fidelizzazione, ma non è l’unico modo per incoraggiare la fedeltà. Uno dei fattori più importanti per la soddisfazione dei clienti è la promessa di trasparenza e la consegna.

I marchi in-store possono essere trasparenti nel loro flusso di lavoro e nel loro materiale di partenza perché hanno un luogo fisico dove possono mostrare il loro lavoro ai clienti. Questo è particolarmente vero per gli stabilimenti alimentari con cucine aperte, dove i clienti possono non solo procurarsi i propri prodotti, e a volte anche cenare, ma possono vedere il modo igienico ed etico in cui i loro cibi sono cucinati dagli chef. Anche molti grandi magazzini hanno iniziato ad adottare una pratica simile, includendo nei loro negozi un’area di officina dove i clienti possono vedere i loro vestiti realizzati.

I negozi di e-commerce non hanno lo spazio fisico per mostrare come i loro prodotti vengono acquistati e realizzati. Tutti i livelli delle operazioni di una piattaforma di e-commerce dovrebbero essere trasparenti, in modo che i clienti sappiano cosa stanno ottenendo e da dove. Considerando il villaggio globale in cui viviamo, i negozi di e-commerce si affidano fortemente all’approvvigionamento di prodotti e manodopera da diverse regioni, alcune dall’altra parte del mondo da dove opera il negozio. E i clienti devono saperlo. Non solo per essere più consapevoli del prodotto che acquistano, ma anche per sapere che il negozio da cui acquistano è aperto, visibile e onesto sulle loro catene di fornitura e sulle loro risorse.

Un altro settore in cui i clienti dovrebbero potersi aspettare trasparenza è quello dei prezzi. Negozi di e-commerce sono ben posizionati per essere in grado di spiegare il loro sistema di prezzi, che è legato a come e dove le loro materie prime e la manodopera è di provenienza.

Un cliente che ritiene di potersi fidare di un negozio ha maggiori probabilità di tornare, motivo per cui la trasparenza è diventata la chiave per fidelizzare i clienti.

  1. Incentivare i clienti

I clienti hanno bisogno di un motivo per rivolgersi a un marchio online quando ci sono ancora numerose opzioni da esplorare all’interno del negozio. Gli schemi di incentivazione dei clienti sono ciò che le piattaforme di e-commerce devono adottare nei negozi di mattoni e malta se vogliono aumentare le vendite.

Uno dei maggiori svantaggi del sistema di e-commerce è che i costi di spedizione sono quasi sempre un’aggiunta agli acquisti. Questo è qualcosa di cui i marchi in-store non devono preoccuparsi. Per i clienti che acquistano online, i costi di spedizione possono avere un impatto sul loro budget o essere abbastanza proibitivi da dissuaderli dall’acquisto nel complesso.

Questo è dove le piattaforme di e-commerce hanno bisogno di trovare modi creativi per mantenere i loro clienti impegnati nonostante le spese di spedizione. Essere aperti circa il costo della spedizione in anticipo aiuterà i clienti a decidere prima di effettuare l’acquisto se il prodotto vale la spedizione. Molti negozi anche rinunciare alle spese di spedizione se i clienti hanno acquistato prodotti oltre un certo importo o come parte di una speciale offerta limitata.

La maggior parte dei marchi in-store hanno carte fedeltà che danno ai clienti uno sconto, o punti riscattabili, e a volte anche regali, e questo è qualcosa e-commerce piattaforme hanno incorporato nei loro piani pure.

Ma le piattaforme di e-commerce possono andare oltre con i loro programmi di fidelizzazione, offrendo omaggi, accesso agli acquisti anticipati e la possibilità di provare i prodotti prima di effettuare un acquisto finale. Gli omaggi non devono necessariamente essere oggetti costosi; anche qualcosa di semplice come una tavoletta di cioccolato con un acquisto farà sorridere il cliente quando lo riceve.

Gli acquisti anticipati sono qualcosa su cui le piattaforme di e-commerce possono davvero capitalizzare. Mentre i negozi di mattoni e malta avrebbe dovuto fare una grande quantità di lavoro manuale, e può anche cambiare il loro interior design, per accogliere le prime vendite per i prodotti limitati, la potenza dell’algoritmo di internet rende più conveniente per i negozi di e-commerce per implementare questo tipo di incentivo.

Un’opportunità esclusiva di acquistare articoli disponibili solo per un periodo di tempo limitato spingerà i clienti a iscriversi per i conti fedeltà, e la promessa di possibilità future di fare lo stesso li porterà a tornare al negozio di e-commerce e a diffondere la parola alla loro rete.

Dare ai clienti prodotti da provare prima dell’uso è un altro modo per garantire una certa quantità di obblighi da parte del cliente. Non solo i clienti avranno la possibilità di interagire con un prodotto, proprio come farebbero in un negozio al dettaglio, ma il processo stabilirà una connessione tra il cliente e il prodotto, dando così loro maggiori incentivi a fare un acquisto.

  1. Sfruttare FOMO

FOMO (paura di perdere) è diventato uno strumento di marketing essenziale, in particolare nel commercio al dettaglio, dove le scorte o le offerte limitate hanno il potenziale per far sentire i clienti come se stessero perdendo su acquisti che potrebbero cambiare la loro vita.

Il motivo principale per cui FOMO viene utilizzato nel marketing è perché aumenta il senso di urgenza nel cliente per effettuare un acquisto. I negozi al dettaglio annunciano importanti vendite con l’uso di un design attraente per le newsletter, come ad esempio per gli sconti del Black Friday. Questi annunci capitalizzano su FOMO raccontando ai clienti di una vendita di un giorno che riduce drasticamente i prezzi degli articoli, di solito portando i clienti in preda al panico che potrebbero non essere in grado di acquistare articoli altrimenti costosi a prezzi bassi.

Ma capitalizzare su FOMO non è solo nel regno dei negozi di mattoni e malta. Le piattaforme di e-commerce possono indurre FOMO nei clienti mostrando loro come altre persone stiano godendo di un articolo o servizio che non hanno ancora acquistato, principalmente attraverso le recensioni dei prodotti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *